Skip to content

Bartholomeus Cesis de Roma
Bartolomeo Cesi da Roma

Nato a Roma nel 1567 Bartolomeo di Angelo Cesi (sua madre era Beatrice Caetani dei duchi di Sermoneta), si laureò in utroque iure nel 1587 allo Studium Perusinum. Nominato referendario utriusqueSignaturae, attorno al 1590 acquistò l'ufficio di tesoriere generale e collettore degli spogli della Camera, ufficio confermato con la bolla papale pochi mesi dopo da Sisto V. Messa in luce una grande efficienza amministrativa, Clemente VIII gli conferì la porpora cardinalizia assegnandolo all'ordine dei diaconi (1596) e successivamente, dopo avergli affidato un ruolo importante durante la crisi della devoluzione ferrarese, gli concesse la consacrazione sacerdotale (1598), insieme con il cardinal nepote Pietro Aldobrandini. Morto Clemente V (1605), passò in secondo piano all’interno della Curia anche se nel 1611 fu preposto all'organizzazione del nuovo Archivio vaticano. Ritornato in auge con l’elezione nel 1621 di Gregorio XV che lo nominò vescovo di Tivoli, morì dopo pochi mesi (Borromeo, 1980).

Lauree
Discipline Anno / data Note
Diritto civile e canonico 1588 Borromeo (1980).

Contenitore URI UID
Wikidata
https://www.wikidata.org
https://www.wikidata.org/wiki/Q2886081 Q2886081
International Standard Name Identifier (ISNI)
https://isni.org/
https://isni.org/isni/0000000117671183 0000000117671183
Virtual International Authority File (VIAF)
http://viaf.org/
http://viaf.org/viaf/64120795 64120795
IVS Commune online - names
https://www.iuscommuneonline.unito.it
Riferimento esterno generico https://www.treccani.it/enciclopedia/bartolomeo-cesi_res-9e47939e-87ea-11dc-8e9d-0016357eee51_(Dizionario-Biografico)/ https://www.treccani.it/enciclopedia/bartolomeo-cesi_res-9e47939e-87ea-11dc-8e9d-0016357eee51_(Dizionario-Biografico)/